Soccorsi efficaci in ambiente ostile

Soccorsi efficaci in ambiente ostile

Allestimento specifico per interventi tempestivi in caso di calamità naturale

Prestanti, efficienti e sempre carichi

Prestanti, efficienti e sempre carichi

Batterie sempre cariche per un intervento immediato in condizioni di difficoltà

Sotto una buona luce

Sotto una buona luce

Faro brandeggiante con comando a distanza per direzionare le attività di soccorso in ambiente ostile

Ford Ranger

Gli eventi sismici che si sono succeduti dal 24 agosto in poi nelle Regioni del centro Italia, oltre alla tragica perdita di molteplici vite umane e ai catastrofici danni su edifici e infrastrutture, hanno causato profonde modifiche del sistema idrogeologico provocando diffuse situazioni di dissesto e di rischio.



Il Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico di Ascoli Piceno ha avuto ed ha tutt’ora il ruolo di esaminare attentamente la complessa situazione che si è determinata al fine di poter intervenire per la sicurezza lungo le strade ed i centri abitati attraverso un elevato e diversificato utilizzo di uomini, mezzi e risorse tecnologiche. Ovviamente, i mezzi di soccorso utilizzati dal CNSAS hanno bisogno di un allestimento personalizzato per poter garantire a pieno il lavoro di ricognizione sul territorio: a questo proposito hanno contattato Simone Grossi di Clinic Car.



L’allestimento richiesto, effettuato su di una Ford Ranger a doppia cabina, ha come obiettivo principale quello di garantire la completa efficienza della strumentazione in dotazione al Soccorso Alpino, anche in caso di delicate operazioni nelle aree dell'emergenza e di impossibilità di reperire fonti energetiche idonee ad alimentare la batteria della vettura.

 

Assetti e Allestimenti

 

L’inverter

È stato dunque progettato un impianto con una doppia batteria di alimentazione, utilizzando un inverter, apparato che trasforma la corrente continua in alternata e la porta dai 12V ai 220V, posto sotto il sedile passeggero.

Le batterie

Le batterie, quella in dotazione alla vettura ed una aggiuntiva posizionata sotto i sedili posteriori, possono essere ricaricate o da una fonte esterna (collegando la 220V alla macchina), o con l'inverter che trasforma la corrente in 220V convogliandola nelle spine presenti nell'auto e nelle prese da 12V dell’accendisigari. L’impianto della batteria secondaria è scollegato dall'impianto 220 V della vettura. Questo accorgimento fa sì che se si scarica la batteria principale dell'auto, si possono mettere in comunicazione le due batterie e far ripartire la vettura.

Il salvavita

Per aumentare le condizioni di sicurezza, è stato montato un salvavita che interrompe il flusso della corrente elettrica in caso di cortocircuito e il telaio di ferro della macchina, che è un conduttore di elettricità, è stato posizionato a terra.

La centralina

Nell’abitacolo, sotto il sedile del passeggero, è stata montata una centralina che gestisce la carica delle due batterie: se si scarica la batteria della macchina, entra in funzione la batteria secondaria semplicemente schiacciando un pulsante deviatore.

Dispositivi acustici

Per completare l’allestimento, si è proceduto al montaggio dei dispositivi acustici (sirena) e visivi (barra a messaggi variabili con pannello led luminescenti blu) nella parte superiore della vettura.

Il faro di ricerca

È stato poi posizionato il faro di ricerca brandeggiante con telecomando di movimentazione, per una migliore orientabilità del fascio di luce.

I faretti lampeggianti

Sono poi stati installati 2 faretti ripetitivi lampeggianti blu nel paraurti anteriore e nella copertura posteriore del tetto (illuminazione obbligatoria per i mezzi speciali).

Il quadro elettrico

Nel vano posteriore della vettura è stato inserito un quadro elettrico per la gestione delle luci interne ed esterne: sono infatti stati installati 2 faretti a portellone aperto con interruttore di comando on/of, utili per far luce nella zona posteriore.

La rice-trasmittente

Infine è stato predisposto ed installato l’apparato rice-trasmittente e l’impianto di radiolocalizzazione satellitare (GPS).

Tastiera di controllo dei faresti

I dispositivi sono controllati da una tastiera posta sul cruscotto dell’auto che consente agevolmente di attivare o disattivare la strumentazione.

CLINIC CAR S.a.s.

Via Santi, 3 - 60035 Jesi (AN)
Telefono: (+39) 0731 202374
Fax: (+39) 0731 202374
Email: info@cliniccar.it

Seguici su:
   

ORARI

Dal Lunedì al Venerdì:
Mattino: 8.30 - 12.30
Pomeriggio: 14.30 - 19.00

Sabato
Mattino: 8.30 - 12.30

Iscriviti alla nostra newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Sorry, this website uses features that your browser doesn’t support. Upgrade to a newer version of Firefox, Chrome, Safari, or Edge and you’ll be all set.